mi hai mandato per fallire
























@JHWH -- tu mi hai mandato per fallire! soltanto, per convincere tutti che devono andare all'inferno? anche tu mi hai strumentalizzato! ti sei servito di me, soltanto per avere le motivazioni giuridiche di condannare a morte i peccatori. @ YHWH - vous m'avez envoyé à l'échec! seulement, pour convaincre tout le monde qu'ils doivent aller en enfer? aussi tu m'as exploités! vous me utilisé, seulement pour avoir le raisonnement juridique de la peine de mort pour les pécheurs. @ YHWH - you sent me to fail! only, to convince everyone that they need to go to hell? also thou hast exploited me! you used me, only to have the legal reasoning of the death penalty for sinners. @ YHWH - Sie schickte mich zu scheitern! nur, um jeden überzeugen, dass sie in die Hölle gehen müssen? auch du hast mich ausgenutzt! Sie hat mich benutzt, nur um die rechtliche Begründung der Todesstrafe für die Sünder haben.


[ il genere umano è stato sconfitto! i mostri: del sistema massonico: Bidenberg: farisei del FMI: hanno vinto! ] Solo il 5% delle mamme allatta solo al seno. Cominciano ad allattare al seno i propri bebè in ospedale a poche ore dalla nascita, ma poi si perdono per la strada. E alla fine, solo il 5% delle mamme italiane, tornata a casa, continua ad attaccare al seno il proprio piccolo in maniera esclusiva. Il dato è contenuto nel quinto Rapporto di aggiornamento della Convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia (2012), citato oggi a Bologna durante il 69esimo congresso nazionale della Società italiana di pediatria (Sip). Il 90% delle madri, secondo l’indagine, inizia ad allattare in ospedale ma al momento delle dimissioni la percentuale: si colloca ben al di sotto: e in alcune realtà italiane: non supera il 30%.

[ il genere umano è stato sconfitto! i mostri: del sistema massonico: Bidenberg: farisei del FMI: hanno vinto! ] Va meglio solo: negli Ospedali amici dei bambini, dove si favorisce l’alimentazione: con latte materno: secondo il decalogo Oms-Unicef e si registrano al momento: delle dimissioni tassi dell’80% con punte del 100%. I pediatri italiani parlano di “un’occasione persa: quella di garantire ai neonati l’allattamento esclusivo: almeno sino ai 6 mesi di vita, come raccomanda l’Organizzazione mondiale della sanità”.



[the hope is really dead! prepare yourself to die!] 05/10/2013. CHINA. you are no longer my friend! ] Government tells scholars not to talk about democracy or freedom University scholars receive a gag order from the top telling them what they can and cannot address in the classroom, including topics like freedom of the press, civil society, civic rights, mistakes made by the Communist Party, elite cronyism, and an independent judiciary. Beijing. University professors have been notified not to teach democratic values to their students or talk about the Communist Party's mistakes. The notice lists a number of topics that the government does not want to be addressed in class, namely freedom of the press, civil society, civic rights, mistakes made by the Communist Party, elite cronyism, and an independent judiciary. "The purpose of this notice is just to tell you as a teacher to be a bit careful about what you're saying,"

[the hope is really dead! prepare yourself to die!] 05/10/2013. CHINA. you are no longer my friend! ]said Wang Jiangsong, a philosophy professor at the China Institute of Industrial Relations in Beijing. A law lecturer in Shanghai also said that he too had been notified on forbidden topics. Others could not confirm or deny the gag order. In the past few years, Chinese campuses have seen a revival in pro-democracy activism. Campuses were the cradle of China's 1989 democratic revolution crushed by tanks in Tiananmen Square. Increasingly, intellectuals, professors and legal experts have become outspoken critics of the one-party dictatorship and the suppression of civil and human rights in China. Although most of them do not go so far as to call for a full democratic system, they have become advocates for internal reform of the Communist Party and an end to corruption.



10/05/2013 11:22
CINA
Il governo agli insegnanti: Non parlate di democrazia né di libertà
Una circolare del governo centrale stila una lista di argomenti che i docenti universitari non devono affrontare in aula. Fra questi la libertà di stampa, la società civile, i diritti civili, gli errori commessi dal Partito comunista, la corruzione dell’elite rossa e il sistema giudiziario indipendente.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) - I docenti universitari in Cina "non devono insegnare ai propri studenti i valori democratici o parlare degli errori del Partito comunista". Lo intima una circolare del governo agli atenei nazionali: nel testo, confermato da diversi insegnanti, si stila una classifica di argomenti proibiti di cui non si deve parlare in classe. I "concetti sensibili" includono la libertà di stampa, la società civile, i diritti civili, gli errori commessi dal Partito comunista, la corruzione dell'elite rossa e il sistema giudiziario indipendente.

La conferma di queste nuove regole di condotta viene da Wang Jiangsong, che insegna filosofia al China Institute of Industrial Relations di Pechino e che ha visto il testo inviato alla leadership dell'ateneo: "Lo scopo di questo testo è chiaro. In quanto insegnante, devi stare attento a quello che dici". Anche un docente di giurisprudenza di Shanghai conferma l'esistenza della circolare, anche se non è in grado di mostrare delle prove.

La resistenza democratica ha ripreso vigore nelle università cinesi, culla della rivoluzione poi schiacciata dai carri armati in piazza Tiananmen nel 1989. Diversi intellettuali, docenti e esperti di diritto si sono con il tempo sempre più esposti per denunciare la dittatura monopartitica e la soppressione dei diritti umani e civili in Cina. La maggior parte di loro non arriva a chiedere un sistema del tutto democratico, ma vuole una riforma interna al Partito comunista e la fine della corruzione.