LorenzoJHWH Unius REI urgent messaggio

Russia, a Pskov arrestata una spia estone 21:49
La Croce Rossa non riesce a consegnare gli aiuti umanitari a Lugansk per i bombardamenti 21:28
La liberazione dei filorussi prigionieri di Kiev può subire ritardi 21:20
Ex ostaggio francese dei ribelli siriani riconosce suo sequestratore 21:17
Il premier della Slovacchia chiede il rinvio delle sanzioni UE contro Mosca 20:46
Marine Le Pen apprezza il “modello economico patriottico” di Putin 20:15
“La UE deve rinunciare alle sanzioni contro la Russia” 19:39
La Croce Rossa pronta a collaborare nella consegna degli aiuti umanitari russi nel Donbass 19:18
Discussa da Putin e Poroshenko la situazione in Ucraina 19:09

Benjamin Netanyahu - בנימין נתניהו Politico --  i Bildenberg NATO continuano a bombardare! TU CHE COSA PUOI FARE? ] La Croce Rossa non riesce a consegnare gli aiuti umanitari a Lugansk per i bombardamenti
La Croce Rossa non riesce a consegnare gli aiuti umanitari a Lugansk per i bombardamenti. Oggi il Comitato Internazionale della Croce Rossa non è riuscito a distribuire gli aiuti umanitari a Lugansk per i bombardamenti.
E' indicato in un comunicato dell'organizzazione.
Alla Croce Rossa hanno sottolineato la necessità urgente di assistenza umanitaria alla popolazione in difficoltà.
Da venerdì nel Donbass è in vigore il cessate il fuoco. Tuttavia entrambe le parti si sono accusate a vicenda del proseguimento di azioni militari.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/La-Croce-Rossa-non-riesce-a-consegnare-gli-aiuti-umanitari-a-Lugansk-per-i-bombardamenti-1019/

GOOGLE YOUTUBE  --- MA QUESTO è ASSURDO, ALLORA, IO CHE, IO SONO RICCO DI PETROLIO, COME, sharia Saudi Arabia's King Abdullah, E VOGLIO PROTEGGERE IL MIO DIO BESTIA ALLAH SHARIA: GENOCIDIO A TUTTI, POI, IO MI COMPRO: UN VIDEO: E FACCIO CHIUDERE I CANALI: CHE: DIFENDONO I MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI? QUESTO è CONTRO IL DIRITTO INTERNAZIONALE, CHE, PREVEDE IL POSSESSO, PER USUCAPIONE, I DIRITTI ACQUISITI, SOTTO UNA PRECEDENTE GIURISPRUDENZA, NON POSSONO ESSERE MESSI IN DISCUSSIONE! I contenuti, che, in passato erano consentiti da un proprietario di contenuti potrebbero essere successivamente rimossi da YouTube. Hai scelto: Falso ] [ Sbagliato. I proprietari possono cambiare idea sulla modalità di visualizzazione dei loro contenuti su YouTube. Per questo motivo, la creazione di contenuti completamente originali è la tutela migliore contro i reclami di violazione del copyright.
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

16.07.2014. La logica del pesce spada. Un bisogno antico oggi a rischio: la difesa della donna e della prole, don Fabio Bartoli ( First one is free... so are the rest. Daily. By submitting above you agree the Aleteia privacy policy. Like Aleteia. © Public Domain. ADVERTISEMENT. “Prima le donne e i bambini”. Una volta nelle situazioni di pericolo questa era una regola ferrea, anzi, si poteva star certi che non c’era un pericolo vero se prima non si mettevano in salvo le donne e i bambini. Temo che questa nobile pratica sia ormai caduta in disuso, ma prima di chiedermi perché, prima di cedere alla tentazione della caccia al colpevole, voglio capirne il senso, scoprirne la ragione. Perché per secoli gli uomini hanno ritenuto più importante salvare la compagna o la prole che la pelle? È la logica del pesce spada. Lo sanno bene i pescatori che hanno imparato che devono colpire prima la femmina (il pesce spada nuota in coppia), perché se colpiscono il maschio la femmina se la da a gambe, mentre se colpiscono la femmina il maschio resta la nel tentativo di un salvataggio disperato. Prima le donne e i bambini, perché il maschio vive per loro,  perché senza di loro sa bene che la sua vita non ha senso. E infatti mi è capitato assai spesso di notare che dopo un divorzio le femmine mantengono in genere una dignità, anzi a volte sembrano quasi tornare alla vita, mentre spesso i maschi si lasciano andare alla depressione (appena velata a volte da un’euforia falsa). Prima le donne e i bambini perché senza di loro il mondo è di una bruttezza e di una inutilità sconcertante. Le donne rendono bello il mondo, i bambini ne danno lo scopo, il perché. Deve essere per questo che il mondo sta diventando sempre più brutto e inutile, perché le donne son sempre meno femminili e i bambini sempre più rari. È questo che mi spaventa della cultura gay, non una considerazione etica, morale o religiosa, no, ma qualcosa di più primitivo, più viscerale, qualcosa che fa ribellare il pesce spada in me. Il mondo gay è un mondo senza donne, ergo un mondo brutto ed inutile, per il quale non vale la pena di morire.È l’estetica a ribellarsi innanzitutto, la poesia. Da sempre gli uomini cantano di due cose: delle donne della guerra (potremmo metterci anche Dio, ma ci porterebbe troppo lontano). Della guerra non si può più cantare già da tanto tempo, per quanto è diventata disumana, se non si può più nemmeno cantar di donne, di cosa canteremo?  …per il bene degli uomini nelle cose di Dio… Qui l'originale sources: Il blog di Costanza Miriano http://www.aleteia.org/it/stile-di-vita/contenuti-aggregati/la-logica-del-pesce-spada-5800168297332736
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

talmud agenda 322 google A.I. CIA, cannibali, Gmos Biologia sintetica -- tu sei penoso! tu non usi l'intelligenza artificiale aliena, per migliorare il tuo traduttore! anche bing.com/translator/?ref=TThis è meglio di te! Tu usi la A.I., per fare il criminale DATAGATE, soltanto, e per portare i popoli ad ogni perversione sessuale! https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

evil must be called by name: "sharia" all Muslims must condemn the Shariah or must immediately be deported to Libya! ] IMOLA (BOLOGNA), SET 6-starting with the "duty to protect the life and liberty of the people", the Bishop of Imola Tommaso Ghirelli, in a letter in the weekly Journal the New Diocesan Messenger, calls on Muslims "present among us" to take a stand against persecution and cruelty: in certain areas of the world: "otherwise we should have the courage to move away from our landbecause: nobody wants to have enemies at home ". At the moment no opinion of the Islamic community. [Hamas urges the West Bank uprising, vows to rebuild tunnels
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

il male deve essere chiamato per nome: "sharia" tutti i musulmani devono condannare la sharia o devono subito essere deportati in Libia! ] IMOLA (BOLOGNA), 6 SET - Partendo dal "dovere di proteggere la vita e la libertà delle persone" il Vescovo di Imola Tommaso Ghirelli, in una lettera sul settimanale diocesano Il Nuovo Diario Messaggero, chiede agli islamici "presenti tra noi" di prendere posizione contro persecuzioni e atti di crudeltà in certe aree del mondo: "Altrimenti dovrebbero avere il coraggio di allontanarsi dalle nostre terre, perché nessuno vuole avere nemici in casa". Al momento nessuna presa di posizione della Comunità islamica.
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

Società 24.03.2014. Il Dottor Money e i martiri della follia gender. Un libro racconta la tragedia dei gemelli Reimer. Miguel Cuartero Samperi (First one is free... so are the rest. Daily. By submitting above you agree the Aleteia privacy policy. Like Aleteia © Public Domain. Il triste caso dei gemelli Reimer. Che gioia nella famiglia Reimer quando il 22 agosto del 1965 nacquero i due gemellini omozigoti Bruce e Brian, due bei maschietti identici che, come tutti i bebè, vennero al mondo con quell'aria innocente di chi non sa immaginare quali avventure, quali gioie e quali dolori avrebbero dovuto affrontare in questa vita. Nessuno, in quel momento, avrebbe potuto minimamente sospettare le dolorose e atroci vicende che attendevano i due piccoli neonati di Winnipeg (Canada). Gli ingredienti che hanno rovinato l'esistenza delle due creature furono un maldestro errore chirurgico degno dei peggiori casi di malasanità e l'intervento di un folle dottore più interessato alle sue fantomatiche teorie scientifiche che al benessere dei suoi pazienti: lo psicologo e sessuologo neozelandese John William Money. Un tragico errore. A circa sette mesi dalla nascita fu diagnosticato ai gemelli un problema di fimosi risolvibile con una piccola operazione.  Quello che doveva essere un semplice intervento chirurgico di circoncisione si convertì in una tragedia quando, a causa di un errore del medico o per il malfunzionamento del cauterizzatore, l'organo sessuale del piccolo Bruce venne bruciato e irrimediabilmente compromesso. Fu così che il piccolo Bruce perse l'uso del pene, ustionato per errore, e iniziò il suo doloroso calvario. L'incontro col mostro. Fu a questo punto che i genitori, disperati per la situazione del piccolo Bruce, incontrarono sul loro cammino il fondatore della "teoria del genere", il dottore John William Money (che in italiano si tradurrebbe "dottor Denaro"). Nel febbraio del 1967 lo videro in un programma televisivo: lo psicologo si presentava come un luminare, un pioniere nel campo del cambio di sesso, fu tra i primi a contrapporre il "genere" al sesso biologico e ad affermare, con pretesa di rigore scientifico, che la cultura e l'educazione potevano imprimere sull'individuo un progetto diverso da quello previsto dalla natura. In altre parole: se la natura definiva il sesso biologico, il genere veniva deciso dalla persona, "creato" e rafforzato  dall'esterno (prescindendo dal patrimonio sessuale genetico) tramite operazioni chirurgiche, cure ormonali e - soprattutto - una educazione sociale e culturale al "genere" scelto. Dopo essersi occupato di persone affette da ermafroditismo, Money iniziò a sperimentare le sue teorie operando veri e propri cambiamenti di sesso diventando l'esperto numero uno nel campo della riassegnazione sessuale e gestendo la prima clinica al mondo dedicata a questi interventi.
Una malsana idea. I genitori disperati per il futuro di Bruce e colpiti dalla sicurezza con cui si presentava il dottor Money, decisero di incontrarlo e di affidare alla sua esperienza il caso dei due gemelli. Il disperato bisogno di aiuto di Ron e Janet coincise con la necessità di ulteriori esperimenti e di affermazione professionale da parte del dottore Money che non perse la ghiotta occasione per mettere in pratica le sue teorie con il povero Bruce. Money consigliò una riassegnazione del sesso e cominciò ad intervenire sul piccolo (di due anni) prima cambiando il suo nome in Brenda, poi iniziando una cura ormonale, infine imponendogli una vita da femminuccia tramite l'uso di vestiti, giochi, modi, atteggiamenti femminili. Nel luglio del 1967 Bruce venne operato: gli venne costruita chirurgicamente una rudimentale vagina. Così il piccolo corpo di Bruce (ha due anni!) fu trasformato in un corpo femminile. Il dottore decise inoltre di incontrare i due gemelli una volta all'anno per valutare lo stato del suo esperimento. Dopo alcuni  anni fu lo stesso ragazzo ad affermare: "E' stato come un lavaggio del cervello" (cfr. “Bruce, Brenda e David”, San Paolo 2014). Gli applausi del mondo e il dramma interiore. Nel 1972 in un libro intitolato "Man&Woman, Boy&Girl", il dottore Money esposte con orgoglio e trionfalismo i suoi risultati: era riuscito a creare con successo una identità femminile in un bambino che era nato maschietto a tutti gli effetti. Con ciò Money offriva la "prova conclusiva" che "non si nasce maschi né femmine, ma lo si diviene" (p. 95). I suoi studi ed esperimenti richiamarono l'attenzione e il plauso del mondo accademico e della stampa non specializzata: il mondo intero ammirava le sensazionali scoperte del dottore Money; diversi settori progressisti, come il movimento femminista e i circoli omosessuali credettero di trovare una base scientifica per le loro battaglie per la liberazione dallo schema tradizionale maschio-femmina stabilito una volta per tutte dalla natura. Ma dietro questo apparente successo il dramma vissuto da Bruce-Brenda smentiva i risultati paventati dal dottore Money. Brenda si comportava da maschio, si sentiva impacciata nei vestiti femminili, voleva giocare coi giochi del fratello, aveva la voce maschile, rimaneva in piedi per fare la pipì e, col passare degli anni, capiva di essere diversa, qualcosa in lei non andava, qualche cosa non le era stato detto. Il fratello Brian ricordando Brenda disse: "Quando dico che non c'era nulla di femminile in Brenda... intendo proprio nulla" (p. 81).
La situazione precipita, la verità emerge. A nulla servirono i consigli di Money, la situazione di Bruce-Brenda continuò a degenerare. Gli incontri tra il dottore Money e il piccolo paziente divennero sempre più intimi e invasivi (cfr. pp. 107-126): linguaggio esplicito, visioni di immagini e film pornografici, simulazioni di rapporti, i gemelli venivano costretti a spogliarsi per confrontarsi... Il dottore propose ai genitori visite psichiatriche, diagnosticò a Brenda una depressione, affermò che aveva tendenze bisessuali o omosessuali perché provava attrazione verso le femmine, consigliò di girare nudi per casa e di frequentare circoli nudisti. A 12 anni iniziò il bombardamento ormonale per far sviluppare a Brenda i caratteri femminili, ma il bambino, oltre a rifiutare i farmaci, iniziò a mangiare a dismisura per camuffare i fianchi e i seni che iniziavano a crescere (pp. 159-161). Nel 1978 dopo che il professore Money organizzò a Brenda un incontro con un transessuale, il bambino - che già soffriva di attacchi di panico, ansia e sintomi associati al suicidio - decise di farla finita con i test e le sedute minacciando di togliersi la vita se fosse stata costretto ad incontrare ancora il dottore (pp. 169-172).
"Voglio tornare ad essere maschio!". Finalmente i genitori svelarono a Brenda il suo segreto; saputa la verità sulla sua storia, Brenda decise di tornare ad essere come la natura lo aveva fatto: un maschio. Diverse operazioni chirurgiche ripristinarono i suoi organi sessuali, eliminò il seno e cambiò nuovamente nome: nel 1980 iniziò una nuova vita col nome di David. David si sposò e, assieme a sua moglie Jane, adottarono dei figli ma per tutta la vita si portò dentro i conflitti e le atroci ferite procurategli da quella triste infanzia.
Martiri dell'ideologia gender. Il 5 maggio del 2004 David si tolse la vita sparandosi mentre viaggiava in auto. A far precipitare la situazione fu l'improvvisa morte del fratello Brian che fu trovato morto nel suo appartamento nella primavera del 2002 dopo un aver assunto mix letale di antidepressivi e alcool. La depressione portò Brian a perdere il lavoro, a separarsi dalla moglie e a rifugiarsi nell'alcool. Un tragico epilogo per la vita dei due gemellini di Winnipeg immolati sull'altare della teoria gender, utilizzati come cavie per i macabri esperimenti del dottore Money e la sua battaglia socio-politica, vittime innocenti di una ideologia che oggi, nel 2014, torna di moda e viene innalzata a modello dai politici, professori, maestri, dottori della nostra società. Il libro scomodo. Fu grazie all'interesse del giornalista canadese John Colapinto (Toronto, 1958) che la vera storia dei gemelli Reimer fu resa pubblica senza travisamenti né vizi ideologici per la prima volta in un articolo su Rolling Stone nel 1998, a 30 anni di distanza dalla vicenda. L'articolo provocò un grande scalpore in tutto il mondo perché raccontava una versione della storia diversa da quella raccontata dallo stesso Money; ma già il dottore Milton Diamond aveva dimostrato il fallimento dell'esperimento su Bruce, in un articolo specializzato pubblicato nella rivista Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine.  Tutti i dettagli della storia furono raccolti presentati a un pubblico più ampio col libro As nature made him ("Come Natura lo ha fatto") pubblicato da Colapinto nel 2000. Finalmente oggi, grazie alle edizioni San Paolo, il libro è stato tradotto e pubblicato in italiano col titolo "Bruce, Brenda e David" (San Paolo 2014): un documento imprescindibile per il dibattito sull'ideologia del genere che in questo periodo si è acceso vivamente in Europa e nel nostro paese.
Fonti:
Colapinto John, "Bruce, Brenda e David. Il ragazzo che fu cresciuto come una ragazza" (San Paolo 2014).
Storia del Bambino che qualcuno volle bimba.
Nature or nurture? Natura o educazione?
A. Morresi, "Il sesso e il genere. La vera storia dei gemelli Reimer".
http://www.aleteia.org/it/societa/articolo/il-dottor-money-e-i-martiri-della-follia-gender-5233857515225088?page=3
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

Moe Rosenhek  --how imbecile I can be, for you, though, I'm completely okay with everything, what you said? but, all our politicians: most important, unfortunately are Freemasons bildenberg, are a Masonic regime (secret combinations, esoteric and occult of Satanists, all Antichrist JaBullOn regime, the Bohemian Grove OWL God: all non-elective institutions, and central banks: ECB, IMF FED BncaMondiale; are final, and I'm out of control each jurisdiction) are hidden and esoteric powers! So how can the slaves, who are paying their money to interest in: Rothschild, solve their problems, then, to have a real political sovereignty, talk about human rights, anti-Semitism, blah, blah, blah, etc.. If, sharia law blasphemy nazi apostasy: capital punishment, pedophilia, polygamy has not yet been sentenced by anyone in the world if, UN has reneged on its solemn, universal human rights of 1948, for you to enter, all these Islamic sharia nazi criminals of the Arab League, the OIC in the UN? like, has not been convicted, seigniorage transfer, which was stolen in all false Masonic JabullOn democracies? all these crimes, they are crimes against the Constitution, but have not yet been condemned by none, why? We are completely in the hands of Bush Kerry 322 LaVey, IMF Rothschild, world usurocrazia! our lives are not worth anything. why, to regenerate a new monetary cycle, and get out of this recessionary period, is that the real reason why, you make the world wars, as demonstrated by the scientist Giacinto Auriti! in fact, only: with a massive destruction, peoples, who today are indebted, exhausted, Bled, but deprived, with their deaths, genocide, Holocaust, Israel 's, etc.. that is, with the need to rebuild, from the ruins of a world war, and then with the demand for new credit, which will regenerate a new parasitic usurocrazia Rothschid monetary cycle! Also because 5miliardi people, that will be killed cannot go more in the Bank, to demand their money, that, already today, there is no more! Only the United States? have printed money, that is 40 times the gross domestic product on the planet! THEN NO WORLD WAR, The INTERNATIONAL MONETARY FUND Will Collapse, Because FINANCIAL BUBBLES, Derivatives, ETC.. Can no longer BE PAID, and the people I can no longer BE SQUEEZED, exploited with an absurd taxes, yet, for a long time, BEFORE GETTING a REVOLUTION! Then to prevent the revolution? You must make the world war! THIS is the FORMULA of BILDENBEF BUSH 322 666 SATANISTS OBAMA and WHOLE SYNAGOGUE of SATAN the IMF!  http://www.timesofisrael.com/merkel-anti-semitism-has-no-place-in-germany/?fb_comment_id=fbc_719573168116878_719644298109765_719644298109765#f301ca35a5b217
 ·
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

Transessuali: il corpo umano mente? Malgrado gli slogan ideologici, la scienza afferma che la natura umana richiede coerenza tra i geni e il sesso fisiologico, Bioéticaweb, First one is free... so are the rest. Daily. By submitting above you agree the Aleteia privacy policy, Like Aleteia, Wikimedia ADVERTISEMENT Assistiamo a un esperimento antropologico, che si basa sulla biotecnologia, che pretende di condurre verso un tipo di essere umano per il quale non esistono sessi, “solo ruoli”, e secondo il quale l'identità sessuale, essere maschio o femmina, è una questione di libera scelta. Significa che il legame psicologico tra “me e il mio corpo” non è importante, o perfino non necessario?
Viviamo una crescente preoccupazione per la salute, il benessere fisico e l'apparenza. Significa che è possibile comprendere noi stessi, ciò che accade dentro di noi, al margine del proprio corpo? Quando qualcosa, o qualcuno, ci colpisce e risveglia un sentimento, lo notiamo proprio nel corpo. Il nostro corpo ci mette in comunicazione con gli altri, e l'inverso accade con quello altrui. Possiamo farci capire e capire gli altri se creiamo una situazione di “disincontro” tra “me”, la mia intimità e il mio corpo?
Le conoscenze attuali della biologia umana, soprattutto i dati delle neuroscienze, relative all'identità sessuale ci permettono di analizzare con serenità, senza pregiudizi e senza giudizi di alcun tipo, né transfobie, cosa può rappresentare il fatto che una persona si “allontani” dal proprio corpo. Il sesso corporale è determinato nell'eredità biologica ricevuta dai genitori. In primo luogo, per le diverse informazioni genetiche della coppia di cromosomi XX della donna o XY dell'uomo. In secondo luogo, perché gli standard della femminilità o della mascolinità si mettono in marcia ordinatamente attraverso componenti specifiche del cromosoma Y, o della coppia XX. La stessa eredità genetica – 23 coppie di cromosomi – è presente in tutte le cellule dell'organismo.
I geni delle cellule che costituiscono le gonadi – ovaie o testicoli –, che generano a loro volta le cellule della trasmissione della vita, sia femminili – ovuli – che maschili – spermatozoi –, così come le cellule che formano i genitali, e le cellule del cervello, si attivano o si mettono a tacere a tempo degli ormoni sessuali, la cui sintesi dirige l'assenza di un cromosoma Y nella donna o la sua presenza nell'uomo.
Gli organi riproduttivi e il cervello hanno sesso. Solo un corpo di donna forma e matura ovuli, e solo il corpo di un uomo produce spermatozoi. Lo stato del DNA degli ovuli è diverso dallo stato che ha il materiale genetico degli spermatozoi. Questo stato del DNA specifico di sesso viene chiamato impronta parentale.
È ben noto che perché un individuo viva e si sviluppi si richiede che la dotazione genetica ereditata, composta da 23 coppie di cromosomi, abbia l'impronta materna in uno dei cromosomi di ogni coppia e nell'altro cromosoma impronta paterna. Nei primati esiste una barriera biologica per ora insuperabile, che esclude la possibilità che nasca un figlio da un padre senza una madre o da una madre senza un padre. Almeno oggi, e non sembra essere in altro modo, ogni persona umana deve essere figlio/a di un uomo e una donna. Per ora, e probabilmente per sempre, l'idea di una riproduzione asessuale, naturale o artificiale, o mediante la manipolazione di due ovuli o di due spermatozoi non è altro che fantascienza. La biotecnologia non è riuscita a superare i limiti della biologia.
La produzione artificiale di ovuli o spermatozoi da cellule staminali immature di una donna o di un uomo non ha dato risultati, almeno fino ad oggi. La riproduzione artificiale esige donatori umani nel cui corpo si siano formati i gameti, ovuli o spermatozoi, o i loro precursori. È possibile che la biotecnologia salti la necessità che si formino nel corpo di una donna o di un uomo, rispettivamente. Ma non per questo smetterebbe di essere umanamente molto significativo il fatto che l'identità propria di ogni persona venga fornita necessariamente dal padre e dalla madre “biologici”. Tecnicamente, si possono immagazzinare gameti e fecondarli, ma l'eredità genetica ha la sua storia, viene da un “tronco” familiare, con le sue predisposizioni, la sua propensione a certe malattie, oltre all'etnia, ai tratti del volto, ecc. Da ciò deriva il fatto che ogni persona ha il diritto di sapere da chi proviene, e con questo quale sia la sua identità biologica.
L'identità sessuale fa parte dell'identità biologica di ogni persona. L'“io” si somatizza nel corpo, che è sessuato. Il sesso cerebrale, psicologico, coincide con quello corporale, e dà luogo a un ampio margine di stili dei maschi e delle femmine. Il cervello ha sesso.
Ciò non implica il fatto di ignorare che esistano persone transessuali, che si sentono del sesso opposto a quello del proprio corpo, né ignorare che esistano persona con un disturbo dello sviluppo gonadico - “ovotesticolare” -, che presentano ambiguità nelle strutture gonadiche e nei genitali. Oggi sappiamo che la causa di entrambe le condizioni è genetica. L'alterazione di uno o più geni porta con sé la deficienza di qualcuno degli enzimi legati al metabolismo degli ormoni sessuali, e con questo un deficit, o un eccesso, nell'azione che questi esercitano sulla regolazione di altri geni.
Durante la fase prenatale, i geni dei cromosomi sessuali stabiliscono le strutture dei testicoli o delle ovaie fetali che fabbricano gli ormoni. Anche il cervello riceve e metabolizza gli ormoni, in momenti adeguati e diversi da quelli del consolidamento delle gonadi. Mantiene un delicato equilibrio ormonale che traccia le linee maestre dello standard cerebrale maschile o femminile. A differenza di qualsiasi altro organo, il cervello è plastico per tutta la vita. Si struttura e funziona a colpi di ormoni in alcune fasi iniziali della vita, e soprattutto di esperienze, dipendenze e decisioni. L'azione degli ormoni è particolarmente intensa nell'infanzia – prima pubertà – e nella pubertà con cui inizia l'adolescenza. Si può affermare che l'azione diretta degli ormoni sessuali sul cervello sia un fattore fondamentale nello sviluppo dell'identità di genere, maschile o femminile. Ad ogni modo, non è sufficiente. Di fatto, ci sono differenze nella sensibilità agli androgeni, ci sono diversi livelli ormonali e dei recettori, captati perché esercitino la loro azione specifica sulle cellule sia degli organi riproduttivi che del cervello.
Per questo, esistono persone transessuali alle quali il corpo non dice la stessa cosa del loro “io”, ed esistono persone, in passato chiamate “intersessi” o “ermafroditi”, ai quali il corpo dà un messaggio ambiguo, perché soffre di un disturbo dello sviluppo ovotesticolare. Nel caso della transessualità, le conoscenze attuali puntano a una disfunzione nella percezione cerebrale del proprio corpo, che non è una semplice questione di preferenza che dipende dal contesto sociale o dall'apprendimento. Per questo, la ricerca biomedica mette in discussione il fatto che l'armonia psiche/corporalità si raggiunga con gli interventi chirurgici e i trattamenti ormonali che cambiano il sesso genitale e i caratteri sessuali secondari e a loro volta hanno effetti sul cervello.
Le persone con un disturbo genetico dello sviluppo gonadico hanno strutture corporali con ambiguità sessuale, senza effetti cerebrali. I bambini che nascono a livello genetico e ormonale come maschi si identificano fin dall'infanzia come maschi, pur essendo stati spesso allevati ed educati come donne, e anche pur essendo stati sottoposti a una chirurgia “femminizzante” e “demascolinizzante” alla nascita. A loro volta, le bambine sottoposte ad alti livello di androgeni – che derivano dalle ghiandole surrenali – nella fase prenatale hanno genitali mascolinizzati e solo in casi estremi presentano transessualità. Oggi possiamo sapere cosa ha provocato l'ambiguità gonadica, ed educarle per come sono realmente. I tempi in cui di fronte al dubbio si diceva “è una bambina” sono fortunatamente passati. È un principio generale che il corpo umano non mente, e avvisa sempre di ciò che accade. Al contrario, il cervello può sbagliare nelle sue percezioni. Ma anche allora, tutto ciò che accade nella psiche viene somatizzato dal corpo. Le informazioni sui progressi compiuti in questo campo dalla neuroendocrinologia e dalla neuroimmagine devono essere resi noti, e bisognerebbe tenerne conto nell'educazione delle nuove generazioni. Gli slogan come “non esistono sessi, solo ruoli”, imposti fin dall'infanzia, non riconoscono ciò che la scienza esprime chiaramente: la natura umana esige coerenza ai livelli genetico e gonadico, perché l'“io” è somatizzato in un corpo che è sessuato. Da poco più di un decennio, questo slogan è diventato l'icona della modernità, e alcuni difendono che questa prospettiva deve essere accettata e trasmessa fin dall'infanzia. L'idea soggiacente è liberarsi delle esigenze del proprio corpo, essere autonomi e autocostruire se stessi. Il sesso, si dice, non è altro che una funzione fisiologica, che offre solo il fatto di essere uomo o donna come uniche possibilità, mentre il genere si riferisce alle preferenze, e queste sono realtà sociali soggette a tutti i cambiamenti che si desiderano.
Ad ogni modo, come l'uguaglianza di diritti della donna con l'uomo è una questione sociale, culturale e giuridica, il superamento dei sessi esige l'intervento della biotecnologia. Si tratta di realizzare una rivoluzione dell'umanità opposta ai processi dell'evoluzione biologica. Per questo c'è una notevole rottura nel prospettare questo esperimento sull'identità di genere. La biologia umana, che non è mera zoologia, esprime chiaramente la specificità di un essere vivo culturale.
La biologia, ad ogni modo, non è cultura e non si cambia facilmente, né senza pagare un prezzo elevato. La persona, ciascuno degli uomini e delle donne, è un essere vivo culturale. Il protocollo di questo esperimento richiede di superare il tribunale della scienza. Che cosa presuppone il fatto di contrapporre in una persona il sesso biologico e quello psicologico e sociale? Che cos'è innato in questo, e cos'è invece culturale? Cosa offre la biotecnologia, di fatto, al cambiamento di sesso? Che garanzie di successo ci sono?
E se risultasse che l'esperimento non è valido, come pallieremmo le conseguenze nelle possibili vittime alle quali non è stata data l'opzione di scegliere di partecipare o meno all'esperimento?
Pubblicato sul Quaderno di Bioetica XXIII, 2012/2ª
[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

Prime Minister Benjamin Netanyahu -- https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion tu mi chiederai: "chi è: Mistafield, Synnek1, ecc..? Era il sacerdote DATAGATE CIA di satana, nano tecnologia aliena micro-chip, che, lui vede attraverso i miei occhi, era, l'ex-Direttore di youtube, che, io ho fatto cacciare! Lui era sicuro che, il suo 322 Kerry LaVey, non avrebbe mai ucciso lui, sull'altare di satana! ma, di questo? io non sono veramente sicuro!  https://www.youtube.com/user/187AudioHostem/discussion
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

Prime Minister Benjamin Netanyahu -- è indispensabile ora, rimuovere tutte le sanzioni contro, la Russia, e fare una coalizione mondiale, per ottenere: il genocidio della LEGA ARABA.. bisogna dare 10 giorni di tempo: a tutte le Nazioni islamiche, affinché possano condannare la Sharia, e possano: annunciare lo Stato Laico
https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

ma, è proprio perché, i satanisti 322 massoni Gmos: Biologia sintetica hanno combattuto al-Qaeda, che, al-Qaeda è diventato così importante! ] è Obama: We will defeat ISIS like we did al-Qaeda, US president rallies Western powers, seeks to build international coalition in order to fight Islamic State. Read more: Obama: We will defeat ISIS like we did al-Qaeda | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/obama-we-will-defeat-isis-like-we-did-al-qaeda/#ixzz3CYOxD9EC   https://www.facebook.com/Netanyahu -- non credo che, qualcuno dovrebbe avere paura di un ministro di Dio: pacifico, come me, perché, il fatto, che, mi segue il 50% dell'Inferno, insieme a tutto: il Regno di Dio, questo non dovrebbe essere un dettaglio troppo importante.. anche se: io credo: che: è importante per: Bush 322 LaVey culto NWO 666 Talmud Rothschild, infatti, per realizzare il loro regno di satana sulla terra? dovranno aspettare ancora! https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

Gender: il cervello è maschio o femmina, Il neurochirurgo Massimo Gandolfini chiarisce alcuni aspetti dell'ormai nota questione gender. Anna Pelleri ( First one is free... so are the rest. Daily. By submitting above you agree the Aleteia privacy policy. Like Aleteia © Public Domain ADVERTISEMENT. Il gender, termine ormai noto ai più, è al centro di grandi dibattiti sia scientifici che culturali. Abbiamo chiesto al prof. Massimo Gandolfini, neurochirurgo, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze della Fondazione Poliambulanza di Brescia e vicepresidente nazionale dell’Associazione Scienza&Vita, di chiarire il significato e l’origine di questa ideologia e il ruolo del cervello nella definizione del genere. Prof. Gandolfini, potrebbe ricordarci l'origine della teoria del gender?
Dal punto di vista strettamente storico, il termine “gender” trova  la sua genesi più remota nel lavoro di Sigmund Freud, apparso nel 1920, con il titolo “Psicogenesi di un caso di omosessualità nella donna”, in cui  - per la prima volta – si pone il tema della differenza fra “gender role” e “gender identity”. Sul piano dell’elaborazione culturale, l’ideologia del gender si propone a partire dagli anni ‘50/’60 ed è caratterizzata da tre “ondate”, che si susseguono e si integrano fra loro. La prima ondata: la “nurture theory”. La “nurture theory”, o teoria della prevalenza della cultura sulla natura, fu propugnata da John Money, direttore del dipartimento di sessuologia del John Hopkins Insitute di Baltimora. Negli anni ’60 cominciò ad imporsi il “dogma” che si diventa uomo o donna non per determinazione biologica sessuale, ma per imposizione di “stereotipi” di genere. Detto in altre parole, un maschio diventa uomo perchè condizionato da categorie pedagogiche e culturali che gli impongono di rivestire il ruolo sociale proprio dell’uomo (giocare a pallone, giocare con armi, fare a botte con i compagni, ecc..).
Altrettanto vale per la femmina che viene condizionata per diventare donna. Ne consegue che modificando gli stereotipi di genere, si può modificare l’evoluzione culturale sia del maschio che della femmina, completando il lavoro attraverso tecniche medico-chirurgiche di “riassegnazione del sesso”. In questo contesto si inserisce la tragica “sperimentazione” condotta dal dottor Money sul piccolo Bruce, trasformato in Brenda, che si conclude con il suo suicidio, dopo una vita di disagio e travaglio indicibili.
Il Dottor Money e i martiri della follia gender. La seconda ondata: il movimento femminista. La seconda “ondata” è legata alla storia del movimento femminista per l’emancipazione e l’uguaglianza della donna, soprattutto a partire dagli anni ‘70. Possiamo citare un nome per tutti: Simone de Beauvoir, con la sua lotta per il diritto al divorzio, la libertà sessuale realizzata attraverso la contraccezione e il diritto all’ aborto, al fine di liberare la donna dal condizionamento della maternità. Nel 1980, Adrienne Rich produce un testo considerato il manifesto del lesbismo, proposto come lo strumento vincente per la lotta di liberazione dal maschio, e conia la “famosa” sigla LGBT, proponendo quattro generi di identità e correlato orientamento sessuale.
La terza ondata: la “non identità”. Possiamo localizzare la “terza ondata” agli inizi degli anni ’90, con Judith Butler, femminista lesbica e autrice di “Gender Trouble”, atto fondativo del femminismo radicale, nel quale si propone l’ideologia della “non identità” all’interno di una società globale fluida e liquida, senza nessun punto fisso di riferimento, che apre la strada al “nomadismo” di Anne Sterling (1993). In questo contesto, nasce il genere “queer” – strano, variabile, modificabile – che va ad integrare il già citato acronimo LGBTQ. C’è differenza tra identità sessuale e genere? Vorrei precisare che è più corretto parlare di identità “sessuata”, piuttosto che “sessuale”. Con la prima denominazione, infatti, si sottolinea che l’appartenenza di sesso – maschio o femmina – non è un nostra scelta, bensì una realtà biologica che ci troviamo compiuta dalla nascita: ce la siamo trovata iscritta nella totalità del nostro corpo, cellule, tessuti, organi ed apparati. Questa è la differenza fondamentale tra identità sessuata e ideologia di gender: la prima è biologicamente determinata, la seconda è una scelta autonoma e individuale che prescinde totalmente dal dato di realtà rappresentato dall’appartenenza sessuata.
Lei è un neurochirurgo, il cervello è maschio o femmina?  Rimane tale al di là di interventi chirurgici, ormonali e psicologici atti a modificare il "genere" di una persona?
Negli ultimi vent’anni abbiamo acquisito il principio che la sessuazione dimorfica (maschio/femmina) riguarda il nostro organismo nella sua totalità, cervello compreso. Oggi parliamo di “cervello sessuato” volendo intendere che maschio e femmina sono differenziati anche dalla struttura anatomica e dal funzionamento del proprio cervello. Fin dai tempi di Vesalio e di Leonardo da Vinci sapevamo che volumetricamente il cervello maschile è più grande di quello femminile (perdonate la precisazione necessaria per evitare “battute scontate”: la funzione non è proporzionale alla massa!), ma solo negli ultimi vent’anni abbiamo compreso che la differenza è anche di ordine anatomico e funzionale. In estrema sintesi, il cervello maschile è caratterizzato da una rigida “lateralizzazione” – le aree del linguaggio sono, ad esempio, rigidamente localizzate nell’emisfero sinistro; al contrario, nella femmina vi sono rappresentazioni anche nell’emisfero destro – e le connessioni interemisferiche – cioè i collegamenti fra i due emisferi- sono più sviluppate e numerose nel cervello femminile. Grazie a complesse indagini che studiano il funzionamento del cervello (soprattutto le tecniche del neuroimaging, quale la risonanza magnetica funzionale e la PET), abbiamo compreso quali sono le basi anatomofunzionali per spiegare il dato che la psicologia comportamentista fin dagli anni ’50 ci proponeva, e cioè che l’elaborazione del “pensiero” maschile (detto “pensiero lineare”) ha caratteristiche diverse rispetto al pensiero femminile (“pensiero circolare”). E’ proprio la maggiore ricchezza di connessioni fra i due emisferi che rende il pensiero femminile “multitasking” (capace, cioè, di aprire e gestire contemporaneamente più file), rispetto al maschile, in grado – invece – di gestire un solo file alla volta. La sessuazione cerebrale è iscritta tanto profondamente nel nostro corpo che non è modificabile con la terapia ormonale che viene utilizzata in ambito di terapia per riassegnazione sessuale (ad esempio, nei casi di “disforia di genere”): tutto il corpo è rimodellabile, ma non il cervello. Il convegno di Scienza&Vita svoltosi lo scorso 24-25 Maggio a Roma, era intitolato "Amore e Vita. Questioni di cuore e di ragione. Tracce per un percorso formativo all’affettività e alla sessualità".  Mons. Nunzio Galantino, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, ha aperto i lavori sottolineando la centralità dell’educazione. Affrontare la “questione” del gender è dunque una sfida educativa? Abbiamo scelto di intitolare l’ultimo convegno di Scienza e Vita “Amore & Vita”, per affermare il legame indissolubile che deve esistere fra l’amore e la vita, ad ogni età ed in ogni epoca. Il sottotitolo (Questioni di cuore e di ragione. Tracce per un percorso formativo all’affettività e alla sessualità) ha attualizzato il tema, con l’intento si affrontare tutte le questioni che l’ideologia di gender aggredisce con la sua destruente pervasività, dal mondo dei sentimenti al mondo delle relazioni affettive e sessuali, fino alla decomposizione della famiglia. Il saluto di Mons. Galantino – primo discorso ufficiale del nuovo Segretario Generale della CEI alla nostra associazione – ci ha indicato almeno due importanti linee d’azione. Per primo ci è giunta una spinta rinnovata nel proseguire la nostra attività: la sapiente coniugazione della scienza – con lo strumento che le è proprio della ragione e della cultura – con la vita, un bene da proporre, difendere e tutelare senza eccezioni. La seconda indicazione riguarda il metodo, la strategia da seguire nelle varie forme di “emergenza antropologica” che il nostro tempo sta vivendo, compreso l’assalto dell’ideologia di gender. L’indicazione è di mantenere un dialogo aperto, ricercato, non pregiudizievole, con l’intento di trovare un terreno condiviso di azione culturale, educativa e politica, a vantaggio della vita, ad ogni età ed in ogni condizione personale e sociale. E’ chiaro che tutto ciò non significa abdicare a valori e principi irrinunciabili, nella vuota ricerca di un’irenica unanimità che si lascia dietro le spalle vite abbandonate e violate, ma ha il valore di un incitamento a perseguire – anche “sperando contro ogni speranza” – la virtuosa ricerca di una ricomposizione, culturale e sociale, di tutte le forze che, con onestà intellettuale, ricercano il vero, il buono ed il bello. Come si dice con uno slogan efficace, dobbiamo sforzarci di “costruire ponti, piuttosto che scavare fossati”, con gli uomini di buona volontà, che abitano il mondo della cultura, della scienza, della società civile. “Scienza & Vita” è nata proprio con questa mission, e le parole di Mons Galantino sono nuova linfa per proseguire nella nostra azione.
sources: ALETEIA
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

@timesofisrael. com-- I know that, you're wondering: "why, israelnationalnews.com/ he blocked me on his page, to MAKE a CRIME so severe, both against Israel and AGAINST DEMOCRACY?!" BUT, IF YOU HAVE BEEN POISONED yourself, also by SATANISM, racism of the TALMUD, the discover soon, because, my ministers angels are beating, SO: very hard, ALL the racists and criminals in the WORLD! BUT, like my angels Minister, have will do hurt, to https://www.facebook.com/Netanyahu? He is a friend of the Christians, and is not racist against anyone! Netanyahu says only to Saudi Arabia, because you've gotta have a homeland and I am not? Why, you have to live, and I have to die, for genocide, that, you designed together, with your Rothschild 322 Bush, against me? Why, that Wahhabi Salafist, would not be so comfortable with all his jihadist Galaxy, if, the Satanists, CIA Bush weren't 322 her accomplices, in this: the Holocaust: of all Christians, and all Israelis!
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

Robert Woolfolk  why, Abbas rejects the Egyptian offer to settle refugees in the Sinai. PA says Fatah Leader ] [Islamic SHARIA LAW of all nazi Arab League, but they have no respect for people's lives, that's why, SHARIA, Islam is not a religion, but it's an ideology SHARIA, for the conquest of the world SHARIA CALIPHATE! Islamic SHARIA LAW, it too love the civil victims Palestinians, more than anything else. because they know, that the West and relativism junkie historical ignorance, it impresses for the death of civilians. In fact, the entire ARAB LEAGUE SHARIA, SHARIA jihad is Islam to all, is a genocide industry, of all Nations, and all those who lived before: in the land that they have stolen. is why, all this Nazi Octopus sharia, must be killed immediately! in fact, the WHOLE HUMAN RACE is IN great danger! but the US 322 Kerry LaVey worship Bush are behind this jihadist, Galaxy to destroy the Jewish Christian civilisation, and destroy Israel also, because they worship Satan]
Rispondi
 ·
LorenzoJHWH Unius REI
1 settimana fa

“La UE deve rinunciare alle sanzioni contro la Russia” 19:39 Mosca: le sanzioni UE sono prova del sostegno dell'Europa al “partito della guerra” in Ucraina 15:08 La UE dovrebbe rinunciare alle nuove sanzioni contro la Russia dopo il cessate il fuoco in Ucraina. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Affari Esteri della Duma (camera bassa del Parlamento russo) Alexey Pushkov.
"Ora non c'è bisogno di sanzioni, ma di passi verso la pace," - ritiene il politico. A Minsk nella giornata di ieri si è svolto il secondo incontro del gruppo di contatto per risolvere la crisi in Ucraina. Le autorità di Kiev e delle Repubbliche separatiste hanno concordato una tregua.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/La-UE-deve-rinunciare-alle-sanzioni-contro-la-Russia-4360/
La Croce Rossa pronta a collaborare nella consegna degli aiuti umanitari russi nel Donbass 19:18
Discussa da Putin e Poroshenko la situazione in Ucraina 19:09
I filorussi di Donetsk denunciano vittime nei bombardamenti durante prima notte di tregua 17:35
La Russia aspetta dall'ONU risposte sulle indagini della tragedia di Odessa 17:22
Tregua a rischio in Ucraina orientale: esplosioni alla periferia di Donetsk 16:25
La Russia reagirà se la UE adotterà nuove sanzioni 16:16
I filorussi promettono di liberare oggi i prigionieri di guerra ucraini 15:27

LorenzoJHWH Unius REI

IS TALMUD AGENDA! "] Hamas urges West Bank uprising, vows to rebuild tunnels. If Palestinian ‘resistance’ in the West Bank had a quarter of the tools that Gaza holds, Mahmoud al-Zahar says, Israel would be wiped out in a day: IS TALMUD AGENDA! "] [ Merkel: Anti-Semitism has no place in Germany, BUT, ANTI-ISRAELY IS very very GOOD, ONLY! .. is WHY, 322 Bush bILDENBERG SAID: sHOAH2 CALIPHATE WORLDWIDE SHARIA to all! https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
 

no! this dirty work against ISIS sharia nazi, it must do the Arab League sharia nazi: alone! ] otherwise, every Muslim will become a terrorist sharia, very soon! ] [September 5, 2014,] [Appeal of the United States for an international coalition against ISIS]
 
LorenzoJHWH Unius REI


'Burn IS Flag Challenge' Sparks Political Inferno. An odd social media trend transcended political and cultural boundaries, international media reported Friday, after the popular "ALS Ice Bucket Challenge" (#ALSicebucketchallenge) has sparked a movement to make burning the Islamic State (IS) flag viral instead. Dubbed the #BurnISISFlagChallenge, hundreds of Lebanese activists have taken up the North American trend - which has become a popular way to promote the need for research into the degenerative ALS disease - and brought dissent against IS's reign of terror into the streets.